RecenSWione: Star Wars Episodio VII

Come avevo accennato prima delle feste, ecco qua il mio parere sull’Episodio VII della saga più amata (e pubblicizzata) di tutti i tempi: Star Wars. Nel caso ve lo stiate chiedendo:

spoiler

SPOILER, per cui fate attenzione prima di procedere nella lettura.

Prima di tutto, mi è piaciuto. Non brilla certo per originalità, e ha le sue magagne, ma credo che lo spirito originale della trilogia classica sopravviva. Ovviamente mi è chiaro che principalmente si tratta di una operazione commerciale della Disney per rientrare della (credo) abbondante spesa affrontata per l’acquisto dei diritti: detto questo, è altrettanto ovvio che la Disney non avrebbe rischiato nel prendere un prodotto a cui il pubblico è così affezionato e stravolgerlo completamente.

Episodio VI Disney

Per questo quindi immagino che molti si lamentino del film perché è ispirato/rivisto/ricopiato (a seconda di quanto sia piaciuto) ai film della trilogia classica. I punti in comune sono veramente tanti, e su alcuni sono d’accordo nel dire che siano eccessivi: tutto sommato però non ci si può lamentare. Soprattutto se avete appena rivisto Episodio I: quello è stato sì un azzardo, hanno cambiato/stravolto/distrutto (sempre a seconda di quanto sia piaciuto) l’impianto di base, ed è uscito quel che è uscito. Uno schifo, a parer mio.

[Digressione per gli amanti delle critiche: so bene che anche la trilogia classica era un’operazione commerciale e non era stata pensata per amore dell’arte; in quel caso però c’era intatto lo spirito pionieristico di chi ha un’idea e ci crede fino in fondo, che qui ovviamente manca]

Passiamo alla recensione vera e propria: prima i lati positivi, su cui non farò molti spoiler. L’Episodio VII, “Il risveglio della Forza”, è bello secondo me per gli stessi motivi per cui era bello Episodio IV (lo Star Wars originale): non credo ci sia molto altro da aggiungere. Le atmosfere e gli ambienti sono quasi gli stessi, vederlo è stato quasi come sentirsi a casa. La trama in sé è incompleta e non va giudicata ora, ma come inizio di una nuova trilogia promette bene, nonostante…

Ovviamente c’è un “ma”. Passiamo ai lati negativi, e alla massa di spoiler.

Episodio VII Il risveglio della forza

La superarma distruttiva di turno, StarKiller. La vecchia battuta di Obi Wan, “Non è una luna, quella. È una stazione spaziale.” è stata completamente sorpassata: ora l’ex Impero ha infilato un cannone dentro un pianeta, e per sparare deve assorbire l’intera energia di una stella. Ah, e quando spara distrugge un numero imprecisato di pianeti a una distanza altrettanto imprecisata. Al di là della scarsa originalità nel fare i cattivi che ce l’hanno sempre più grosso, questa “arma” oltrepassa i limiti della decenza e della credibilità. Penso ai poveri astrofisici che han visto il film, devono aver sofferto. Ma vabbè, tanto alla fine esplode pure questa, com’era inevitabile: altro momento di scarsa originalità, che si sarebbero potuti risparmiare se avessero pensato a un’arma diversa. Spero solo che nei prossimi non pensino di dare ai cattivi qualcosa di più grosso: oltre che improbabile per la dimensione, diventa anche improbabile che i buoni li stiano a guardare (cosa che già in questo caso gli si potrebbe contestare).

C3PO. Presente solo per effetto nostalgia, e con un braccio rosso (immotivato, per quanto ne so io). Il braccio rosso sembra serva solo come scusa per fargli dire qualche battuta (inutile) in più. Vale più o meno la stessa cosa per R2D2. Sta spento senza motivo per 20 anni, e si sveglia altrettanto senza motivo, mostrando la mappa stellare che tutti cercavano senza sosta negli ultimi anni. Va bene che è una intelligenza artificiale e non un semplice drone, ma prendergli l’equivalente dell’hard disk e farlo scansionare prima di setacciare la galassia per una mappa? Mah.

BB8 simpatico il giusto, fa la parte comico/spiritosa del film (che per fortuna la Disney ha limitato, non come in altri film Marvel). Giusto il suo rotolare come sistema di movimento mi suona improbabile, soprattutto sulla sabbia, ma la si può far passare.

Ho anche sentito molti lamentarsi dell’ormai soprannominato Frignetta, Kylo Ren. A me non è sembrato così fuori posto il suo apparire quasi infantile: è poco più di un adolescente con evidenti problemi relazionali, soprattutto con il padre (Han Solo, tanto per spoilerare ancora), ed è anche combattuto tra i due lati della Forza. Il suo comportamento mi è sembrato consono, soprattutto perché secondo me non sarà lui il cattivo principale della nuova trilogia. Anzi, sono stato quasi sollevato nel vedere finalmente un cattivo che non uccide il solito messaggero che porta cattive notizie, ma se la prende con il mobilio. Infantile, forse, ma originale. Ero stufo dei cattivi che per far vedere quanto sono cattivi devono uccidere sottoposti a caso. Per quanto riguarda il suo ruolo nel Primo Ordine (Impero continua a suonarmi meglio), non trovo neanche quello così sbagliato: non è più una monarchia retta da un Sith, che quindi segue una dottrina quasi religiosa, con dogmi e quant’altro, ma quello che sembra esser un esercito (o comunque un organismo paramilitare) e che quindi Kylo abbia un suo grado e una sua posizione, come tanti altri. Per questo il generale non è più un bambolotto che può spezzare a piacimento (vedi Darth Vader con i vari ufficiali), ma un suo pari, o addirittura un suo superiore, con cui si deve relazionare seguendo le regole. Di sicuro non è un soldato semplice, essendo un quasi Jedi rinnegato ricopre un ruolo importante, ma non è più uno super partes come lo era Darth Vader.

Tirando le somme, nonostante i miei timori promuovo Episodio VII, anche se non a pieni voti. Tanto sapete bene che andrete a vedere Episodio VIII quando uscirà, anche se non vi è piaciuto questo perché… la Forza scorre potente in voi!

 

Autore dell'articolo: Luca

3 thoughts on “RecenSWione: Star Wars Episodio VII

    Valyna

    (12 gennaio 2016 - 17:29)

    Ahaha mi hai fatto troppo ridere Kylo Ren “ma se la prende con il mobilio”!!!
    Concordo su tutto ;*

      Luca

      (12 gennaio 2016 - 21:35)

      Brava, allora non sei una nerd pignolona 🙂

    […] aggiungere vari “se” ed alcuni “ma” (se vuoi rinfrescarti la memoria ecco la prima recenswione). Devo anche evidenziare però, per completezza, alcune […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *