Perché questo blog?

Chiacchiere a colazionePerché questo blog?

Forse perché non so stare senza scrivere e preparare dolcetti. Quando sono giù o nervosa, la cosa che più mi calma è concentrarmi nella preparazione di una ricetta, scovata tra libri e riviste o inventata sul momento: io la chiamo “cake therapy”. Poi mi piace condividerla sui social,un po’ perché sono orgogliosa del risultato, un po’ perché mi sembra di fare entrare tutti i miei amici nella mia cucina, sentire il profumo di torta appena sfornata e assaggiare… beh assaggiare no purtroppo! Mi capita spesso che mi chiedano la ricetta, per cui ho pensato a qualcosa che dia anche un po’ l’idea di un libro di cucina che ne racchiuda tanti, che chiunque voglia potrà consultare. Senza bisogno di chiedere il permesso, ma magari lasciando un commento o condividendo con noi la sua colazione su Instagram usando l’hashtag #chiacchiereacolazione: è lo spazio delle social breakfast.
Forse più semplicemente mi mancava avere per la testa un progetto, metterlo in pratica giorno dopo giorno, riempirlo di contenuti ma soprattutto di me. E si dà il caso che abbia un marito forse più pazzo di me, perché non solo si presta ad assaggiare ogni mio esperimento e asseconda la mia follia di lanciarmi su questa cosa di chiacchierare di colazioni e molto altro, ma vuole anche prendervi attivamente parte. Il perché, ovviamente, ve lo spiegherà lui… Parola a Luca per la prossima puntata e appuntamento a domani per la prima ricetta!

Autore dell'articolo: Roberta

2 thoughts on “Perché questo blog?

    Valyna

    (20 novembre 2015 - 18:40)

    Sarò la tua prima follower!!!!

      Roberta

      (20 novembre 2015 - 19:06)

      Grazie tesoro, mi dirai se ti piace la prima ricetta domani 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *