Crostata ricotta e amarene

La crostata è uno di quei dolci che ho sempre un po’ sottovalutato: diciamo che quella con semplice confettura non è tra i miei dolci preferiti e perciò non mi ci sono mai cimentata molto. In realtà da qualche anno ho iniziato a riscoprire la sua versatilità giocando con i ripieni e le decorazioni. Così è nata questa crostata ricotta e amarene, decorata con tanti fiorellini con i quali spero di evocare un po’ la primavera!

Ingredienti per uno stampo diametro 28

  • 125 g di burro
  • 125 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 250 g di farina
  • scorza di limone
  • 500 g di ricotta
  • 100 g di marmellata di limoni
  • 10 g di amido di mais
  • circa 100 g di sciroppo e amarene Fabbri

Per prima cosa prepara la pasta frolla. Io metto nel mixer burro freddo di frigo, zucchero, farina e scorza di limone quindi faccio andare pochi secondi, fino a ottenere un composto bricioloso. A questo punto aggiungo l’uovo e aziono nuovamente per pochi secondi, fino al formarsi di una palla (puoi usare lo stesso procedimento anche a mano). Appiattiscila e ponila in frigorifero a riposare per almeno 30 minuti.

Dividi la pasta in due metà, di cui una leggermente più grande che servirà per il fondo: stendila in modo che ricopra lo stampo fino ai bordi e ponila in frigorifero a riposare per una decina di minuti. Nel frattempo stendi lo strato superiore, crea tante striscioline ed intrecciale a reticolo. Nella restante pasta andrai a creare le decorazioni per il bordo: fiorellino come me, stelline, cuoricini, quel che ti suggerisce la fantasia.

Prepara il ripieno mescolando la ricotta con la marmellata di limoni e L’amido di mais setacciato. Aggiungi un po’ di sciroppo (circa 2-3 cucchiai) e qualche amarena. Togli la base dal frigorifero, punzecchiala con una forchetta e spalma la crema sul fondo. Distribuisci il restante sciroppo e le amarene con un cucchiaino in modo casuale, di modo che ovunque ci siano dei frutti e dello sciroppo.

Togli dal frigorifero il reticolo e aiutati con una carta forno sulla parte superiore per arrotolarlo su un matterello, in modo da poterlo srotolare sulla crostata. Elimina le eventuali eccedenze laterali, quindi distribuisci le decorazioni e metti in forno già caldo a 200 gradi per 20 minuti, abbassando quindi a 180 gradi e cuocendo per altri 10-15 minuti fino a doratura. Lascia raffreddare prima di sformare.

Basta un po’ di impegno per realizzare questa crostata ricotta e amarene: il segreto è tutto nella decorazione e sono certa che non potrai che ricevere complimenti se ti cimenterai nell’impresa! Se la provi mostrami il risultato taggando la tua foto #chiacchiereacolazione

Autore dell'articolo: Chiacchiere a colazione

Da noi la colazione non è solo il pasto più importante della giornata, è una vera e propria religione! Se per Luca è impossibile pensare di iniziare la giornata senza, o almeno senza sapere dove verrà consumata, per Roberta è un momento in cui coccolarsi prima dell'inizio di ogni frenetica giornata. La celebrazione più importante avviene però nel weekend, quando ci si prende tutto il tempo per assaporarla tra chiacchiere e tante cose buone preparate preferibilmente in casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *